Posizionare un sito a pagamento
In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login
yost.technology la piattaforma più evoluta di sempre
per creare e gestire siti internet

Posizionare un sito a pagamento

Si comincia a capire l'importanza del posizionamento di un sito perché senza accessi, senza traffico un sito non può essere utile all'azienda.

Quando si para di posizionamento di un sito a pagamento si intende una strategica che prevede il pagamento di ogni click che porta un cliente al sito. I servizi ppc sono offerti da

  • motori di ricerca
  • siti specializzati
  • social

Quando si parla di posizionamento di un sito, si hanno in genere due strade:

Posizionare un sito a pagamento quindi pagare i click (ppc) che portano ad una specifica pagina del sito, che sarà cura dell'azienda far trovare il più esplicativa possibile
Posizionare un sito facendolo trovare nelle ricerche organiche dei motori di ricerca, quindi nelle risposte che i motori di ricerca propongono all'utente che cerca

Sono strategie molto differenti ma sono strategie che dovrebbero avere, alla base del lavoro, dei punti comuni importanti: la comunicazione.

Nello specifico, in questa pagina, si parla di posizionare un sito a pagamento quindi vediamo il concetto strategico di essere trovati pagando il motore di ricerca, i social o qualsiasi struttura che offra il servizio appunto a pagamento.

Il lavoro più delicato del posizionare un sito a pagamento è identificare frasi (query) o parole chiave pertinenti che possano essere cercate dal cliente e possano quindi essere usate per proporre il sito aziendale.

La scelta delle parole o delle query è delicata perché un banale errore, una leggerezza, una interpretazione sbagliata possono consumare parecchio budget anche se il bello di questo tipo di strategia è la possibilità di fare correzioni immediate appena ci si accorge che qualche parola o query possono essere ambigue, poco idonee o non convertire come ci si aspetta.

Il primo errore è fidarsi delle soluzioni automatizzate perché spesso sbagliano facendo buttare un sacco di soldi.

Ogni volta che l'utente cerca determinate frasi o parole il servizio propone in base ai costi pattuiti, al budget a disposizione il sito in questione.

Posizionare un sito a pagamento significa definire un budget quotidiano/mensile da investire e una volta finito, tornare anonimi.

Che ruolo ha la comunicazione nel posizionare un sito a pagamento?

Si insiste spesso, noi dello staff amdweb, sul concetto di comunicazione quando nelle consulenze si parla di sito aziendale perché un errore comune che si fa quando si pensa di posizionare un sito a pagamento è proprio quello di non curare la comunicazione facendo convergere traffico di clienti che non conoscono l'azienda in pagine di atterraggio, spesso povere di informazioni, spicce dove spesso si invita a contattare ma non ci si preoccupa di spendere qualche riga per spiegare quello che si propone.

amdweb quando si parla di realizzare un sito aziendale, infatti, parte sempre da uno schema di lavoro che permetta all'azienda di capire bene come deve essere realizzato il sito a prescindere dalle successive strategie che possono aumentare il traffico.

Aspetti tecnico strategici

Costi per la realizzazione di un sito vetrina
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, tempi)
  • Scelta tecnica (costi, opportunità nel medio lungo termine)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno lavorare un sito)
Aspetti economici

Costi per la realizzazione di un sito vetrina | yost.technology
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimenti)
  • Costi grafici (desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come si fa trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Non ci si inventa nulla, soprattutto se l'idea è quella di mettere on line l'azienda, serve un progetto, una scelta tecnica, un investimento mirato sulla comunicazione e su un preciso confronto con il mercato.

Serve molta attenzione quando si cercano risposte su tematiche delicate come il posizionare un sito a pagamento perché serve avere una chiara visione di insieme e un contesto ben definito. Il ppc è uno strumento molto potente che permette di avere traffico veloce al sito e ottenere delle conversioni immediate se si ha la lungimiranza di investire in maniera adeguata. Serve un atterraggio, tecnicamente si parla di landing page, strutturato e attento; serve una competenza approfondita per schematizzare dei servizi e portare il cliente al contatto oltre che avere una certa dimestichezza nel settore.

Per posizionare un sito a pagamento, sia chiaro, serve investire perché si parla di

  • 300 euro al mese per la gestione della campagna
  • un budget di almeno 1500 euro al mese per almeno un trimestre

Non si pensi che sia gratuito il posizionare un sito a pagamento anche se google regala voucer con qualche centinaio di euro, un approccio sbagliato può annullare l'efficacia della strategia.

Inserito il:13/08/2018 09:30:07
Ultimo Aggiornamento:23/10/2018 14:47:15

yost.technology

Il sistema più semplice ed intuitivo per creare e gestire siti internet professionali

amdweb_logo_foot.PNG virtualeitaliano.PNG lanewsletter-net.PNG faiconoscerelatuaazienda.it
yost.technology