Sito web, punti importanti da seguire
In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login
yost.technology la piattaforma più evoluta di sempre
per creare e gestire siti internet

Sito web, punti importanti da seguire

Quante volte abbiamo pensato di fare un sito ma ci fermiamo perché capiamo che non è così facile? Possiamo cercare allora degli esperti, google è mago in queste soluzioni, ma scopriamo che anche questa ricerca è tutt'altro che semplice perché tutti hanno una propria interpretazione, tutti dicono le loro verità ma di siti, nel concreto, si parla poco e una persona poco esperta si trova ancor di più in confusione.

Abbiamo pensato, per questi motivi, di parlare in generale di sito web e dei punti importanti da seguire, abbiamo pensato di fare nelle nostre pagine una serie di piccole guide per argomento, di pagine con dei concetti che non servono solo a far capire i punti importanti da seguire nella realizzazione di un sito ma servono anche per rendere critico e un po' indipendente il cliente che paga perché, come spesso diciamo nelle nostre consulenza, non ci si deve fidare di nessuno, se non dei risultati.

Solo la consapevolezza permette al titolare di un'azienda che vuole proporsi on line di non essere preso in giro e di evitare perdite di tempo con chi non ha l'adeguata esperienza di seguire un sito aziendale e portarlo ad essere uno strumento di lavoro.

  • Progetto iniziale
  • Scelta tecnica
  • Contenuti
  • Post messa in rete

Ecco cosa caratterizza un sito, ecco i punti importanti da seguire, capire e sviluppare.

Punti importanti da seguire e sapere di un sito, il progetto e la scelta tecnica

Dal progetto iniziale facciamo un'ampia panoramica sulle esigenze aziendali, sulle aspettative, su quello che vogliamo proporre con il sito e su quello che vogliamo mettere in evidenza del nostro lavoro. In base alle esigenze dobbiamo ben analizzare i punti successivi che, attenzione, sono molto legati tra loro.

  • Come arriviamo al cliente finale?
  • Usiamo la seo o il ppc per farci conoscere? Cosa differenzia le due strategie?
  • Con che budget intendiamo partire e che budget mettiamo nel tempo?

Il progetto deve fare le opportune considerazioni strategiche per fare la scelta tecnica migliore ma anche per analizzare i fondi disponibili per far conoscere il progetto. PPC o seo sono strategie diverse per arrivare al cliente finale che implicano lavoro differente sia da un punto di vista tecnico che concettuale. La seo è un lavoro complicato inizialmente perché lungo, ma porta nel tempo i suoi frutti mentre la scelta della pubblicità a pagamento, appunto ppc, è istantanea ma è un costo nel tempo. Fiché un cliente paga è visibile, appena smette di spendere, torna anonimo. Il punto è proprio capire se e quanto conviene l'uno o l'altro.

Scelta tecnica

Parliamo di scelta tecnica perché un cliente non sempre è consapevole che non tutte le parti tecniche sono differenti ed in base al consulente che trova potrebbe essere indirizzato a scelte poco obiettive. Troviamo on line infatti

  • Parti tecniche gratuite o pacchetti chiusi pre-confezionati
  • Parti tecniche in licenza che possono essere chiuse o personalizzabili
  • Parti tecniche progettate interamente su misura

Ogni scelta ha conseguenze diverse nel tempo con relativi costi. Se parliamo poco della massima personalizzazione perché chi fa un lavoro su misura in genere ha le idee chiare e sa cosa vuole, spendiamo qualche parola per un confronto veloce tra le prime due alternative perché sono le più gettonate in fase di start up.

Il cms gratuito open source o i pacchetti chiusi pre-confezionati sono dei punti di partenza che molte aziende scelgono per comodità perché in primis non è facile trovare aziende che seguono la programmazione con competenza poi, non da meno, perché permettono di mettere in piedi un sito in poche ore.

Open source o altro?

Le cose che non sono così chiare di questa scelta sono

  • La poca sicurezza nel tempo, visto che appena il sito comincia ad avere un po' di traffico rischiamo di avere attacchi (ci sono persone che si divertono a bucare questi siti, tentano cioè di codificare le password per entrare nell'amministrazione del sito e modificare i contenuti, cambiarli, mettere foto che non hanno pertinenza o rubare i dati dei clienti)
  • Necessitano costantemente di assistenza tecnica, quindi di gratuito hanno molto poco
  • Non possiamo personalizzare nel tempo la parte tecnica proprio per i principi dell'open source (codice aperto a tutti)
  • Sono tecnologie molto lente, quindi se pensiamo di avere un sito corposo, attenzione prima di scegliere
  • In caso di bisogno, non è sempre chiaro chi possa mettere mano alla parte tecnica del progetto
  • le nostre esperienze parlano di costi annuali medi di 1000 euro circa, in un prospetto di 5 anni

Fare una scelta in licenza è abbastanza innovativo perché non ci sono tante soluzioni conosciute. In effetti noi lavoriamo proprio con yost.technology, una nostra produzione nata proprio perché stanchi dei limiti delle soluzioni gratuite e stanchi di continui interventi di sicurezza nei progetti. amdweb lavora con yost.technology e genera un traffico di circa 1000 visitatori al giorno, mantenendo una certa velocità di esecuzione.

La proposta yost.technology, una novità assistita

La nostra proposta, permette ad un cliente di iniziare con costi contenuti perché parliamo di 65 euro per il dominio all'anno (99 se si necessita di maggior spazio) con servizio posta elettronica su server dedicato

  • 199 euro di start up che comprende istallazione e scelta grafica per un sito vetrina
    • con 299 euro opzionali per l'amministrazione del sito (non obbligatori)
  • 299 euro di start up che comprende istallazione e scelta grafica per un sito e-commerce
    • con canone da 29 euro al mese (max 129 per inserimenti illimitati)
  • 399 euro di start up che comprende istallazione e scelta grafica per un sito vetrina (opzione blog) ed e-commerce
    • con canone da 29 euro al mese (max 129 per inserimenti illimitati)

Se un cliente non vuole spendere nel tempo per il suo sito vetrina, non ha costi se non il dominio (65/99 euro all'anno in base allo spazio che richiede e al traffico che genera). Le scelte grafiche sono visibili su web.gestionesiti.it dove troviamo anche opzioni a pagamento. La grafica può essere personalizzata su ogni aspetto con costi a consuntivo.

L'aspetto che ci preme mettere in evidenza, però, sono i costi chiari nel tempo. Una volta fatto il sito vetrina, e-commerce o blog non abbiamo altri costi non pianificati quindi nessuna sorpresa nel tempo. Nessuno può quantificare nel tempo il costo di una soluzione gratuita perché nessuno può sapere quanti aggiornamenti saranno fatti nel tempo.

Consideriamo di un sito web, tra i punti importanti da seguire, proprio il settaggio tecnico perché abbiamo visto essere un costo spesso importante e spesso non chiaro.

Diventa complicato dare un costo all'insieme se non abbiamo dei punti fermi. Pensiamo per un istante alla nostra abitazione, come pensiamo di arredarla se non abbiamo chiare le spese di manutenzione dei muri?

Contenuti e post messa in rete, punti importanti da sapere e seguire

Altro aspetto che spesso non viene considerato di un sito sono i testi. I contenuti del sito, la maggior parte delle web agency la pretende fatta dal cliente, perché "devi essere tu a scrivere chi sei e cosa fai" ma non è questo il modo corretto di procedere. Il cliente da spunti, la web agency con il reparto seo, copy writer rielabora e mette in rete. Il cliente legge e corregge eventuali informazioni sbagliate.

Se vogliamo avere visibilità dobbiamo scrivere bene i testi di un sito e ottimizzarli per i motori di ricerca. Se facciamo noi in casa da soli, rischiamo di non arrivare al cliente finale.

Aspetti seo

Ecco che il progetto torna a far capire la sua importanza ecco che la progettazione iniziale fa la differenza nella fase finale dell'esecuzione.

Può un sito non essere fatto in ottica seo?

Secondo le nostre idee di lavoro no, un sito senza seo è un sito senza anima perché la seo serve fa una parte per farci trovare con i motori di ricerca ma, aspetto che non sempre viene colto, serve per presentare la nostra azienda nella sua essenza.

Le linee guida di google parlano di testi esaustivi, originali, fatti per arrivare a far capire chi siamo al cliente finale.

Ecco come mettere insieme 1) seo, 2) google, 3) esigenze aziendali e 4) clienti finali: con dei testi in grado di parlare al cliente (4) che cerca, con risposte esaustive in base alle tematiche cercate, scritti in ottica seo (1) quindi agevolando il lavoro degli spider di google (2) attraverso una corretta compilazione di tag e meta, titoli e neretti, in grado di mettere in primo piano le esigenze aziendali (3) ed i suoi servizi.

Il ppc in tutto questo?

Per molti è strategia di partenza, per noi meglio sempre farlo come supporto, come aiuto perché NON POSSIAMO CONTROLLARE realmente quanto spendiamo, non possiamo capire chiaramente chi cerca, non possiamo mai avere certezza che "realmente" abbiamo avuto quel numero di visitatori. La seo è più severa, ma certa!

Resta un altro aspetto, però, da chiarire se vogliamo avere chiarezza sui punti da seguire nella realizzazione di un sito: sempre il come ci presentiamo è importante quindi sempre è meglio avere una stesura dei testi curata. Non stiamo facendo nulla di strano se ci pensiamo, noi adesso stiamo parlando di alcuni consigli per gestire, creare, curare un sito. Un cliente che cerca con google "Sito web, punti importanti da seguire" e trova questa pagina, trova un contenuto curato, scritto per far capire che un sito non è facile né da fare né da gestire. Un cliente può scegliere di leggere o sbuffare e cercare altrove ma se cerca Sito web, punti importanti da seguire, deve aspettarsi discorsi strutturati perché si parla fondamentalemente di soldi e di investimenti per l'azienda.

Chi non coglie questi aspetti, mette slogan e spera che il cliente disperato lo contatti. Non può funzionare, qundi torniamo al concetto che un sito senza una base seo, non ha così senso di essere pubblicato.

Sito web, perché capire i punti da seguire?

Sito web, perché capire i punti da seguire? per spendere meglio, per non buttare soldi, per capire cosa costa fare un sito e cosa costa ogni ingrediente di un sito. Troviamo offerte a 199 euro tutto compreso, ma ci rendiamo conto del lavoro da fare per fare un sito? È normale che chi si avvicina al web senza esperienza sia affascianto da soluzioni economiche ma deve capire che c'è una soglia di buon senso sotto la quale si rischia di essere presi palesemente in giro.

Se facciamo un sito per guadagnare, perché chi ci fa il lavoro si propone per non guadagnare?

Può fare i nostri interessi un'azienda che fa un sito a poco?

Ecco perché investiamo del tempo per fare informazione, per dare informazioni e, come ripetiamo spesso, sono informazioni che mettiamo on line, informazioni pubbiche che devono servire per creare consapevolezza verso chi investe tempo e soldi per mettere on line l'azienda.

 

Inserito il:04/05/2016 18:01:07
Ultimo Aggiornamento:15/05/2016 13:13:51

yost.technology

Il sistema più semplice ed intuitivo per creare e gestire siti internet professionali

amdweb_logo_foot.PNG virtualeitaliano.PNG lanewsletter-net.PNG faiconoscerelatuaazienda.it

In evidenza

yost.technology nasce come start up e diventa nel tempo un sito completamente personalizzato...
leggi..
Aspetti strategici per fare della vendita on line, un punto di forza aziendale...
leggi..
La web agency non dovrebbe essere un semplice fornitore, ma piuttosto un partner...
leggi..
yost.technology